mercoledì 10 aprile 2013

A portata di manina, tutto è gioco.

Se è vero che le passioni si trasmettono dai genitori ai figli, non ci dobbiamo sorprendere se alla Maghetta piacciono i libri.
Le piacciono i suoi, e soprattutto le piacciono i nostri.
Le piace prelevarli dalla libreria, portarli a spasso per casa. Soprattutto le piace spanderli bene sul pavimento.
Non le piace rimetterli nello scaffale, questo no.

Quando la piccola quadrupede ha iniziato a gattonare per casa, abbiamo fatto una pensata e forse potevamo farla meglio.



Quando all'inizio dell'inverno ha cominciato a pulire il pavimento strofinandolo con le ginocchia e ispezionando ogni più recondito anfratto della nostra piccola casa,
abbiamo tolto dalla sua portata tutto ciò con cui poteva farsi male, dal coltello da sushi nascosto in fondo al mobile, ai vasi di vetro archiviati ai piani bassi della libreria. Abbiamo chiuso i mobili per non farle tirare addosso il servizio buono della nonna e poco altro. I detersi erano già fuori dalla sua portata, e per quanto riguardava tutto il resto - libri e provviste nella dispensa - abbiamo pensato che con qualcosa dovesse pur giocare. Questa è la pensata. Con qualcosa la dobbiamo pur far giocare, con i libri non si può certo fare male.
Mai pensata fu più inappropriata. A ripensarci adesso probabilmente fu dettata dalla stanchezza. Nonostante sia stata una bambina che ci ha fatto perdere poche nottate di sonno, siamo comunque due genitori attempati e l'energie dopo un po' scarseggiano! ...e i neuroni non girano più!
Fatto sta che saranno pure oggetti con i quali non si può ferire, ma avete presente la polvere che accumulano i libri? e poi, mica sono pochi, rimetterli a posto più volte al giorno mica è divertente?! ...e poi, qualche pagina, qualche copertina, lentamente le rimane, inavvertitamente attaccata alle mani! E questo non è bello!
Dunque a conti fatti, a futura memoria, ogni cosa alla sua portata sarà continuamente fuori posto e da riposizionare. Se non volete rischiare i vostri volumi, se vi preme l'ordine alfabetico con cui li avevate (!?!) posizionati nello scaffale, ecco, devono essere più in alto delle manine dei vostri nanerottoli.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html