lunedì 11 febbraio 2013

La mattina ha l'aspirapolvere in pugno!

Appello per la ricerca di una cura contro l'ossessione delle pulizie e la riscossa del tempo mattutino

Potevate dirmelo anche solo l'anno scorso, non vi avrei creduto: "la mattina ha l'oro in bocca!", si, e il sonno in culla, vi avrei risposto! Ma è un mese che la Maghetta va al nido - come non ve lo avevo detto!? - e quando escono di casa alle 7,30, lei e il padre, io mi ritrovo sola e con la prospettiva spesso di una buone dose di tempo da dedicarmi.
Si, perché non mi sono ancora "ricollocata" - ricordate? - in un impiego da comune mortale. Mi sono messa a professare la mia passione - gran lusso vero! - con scarso ritorno economico, ma con tanta soddisfazione: insegno yoga, e lo faccio con moltissimo piacere. Detto questo le ore che effettivamente sono impiegata non sono più otto ore al giorno più due di traffico, ma un'oretta e mezzo di lezione e qualche ora di preparazione e ricerca. A sentir così mi dovrebbe avanzare un sacco di tempo... ed invece non so per quale strana magia per il mio tempo non vale il principio della somma e della sottrazione, in sostanza, il tempo non basta mai!
Ma dove se ne va il tempo che mi sfugge!? Oggi, pensa che ti ripensa, l'ho scovato. Se ne va nel pavimento! Già, e so anche chi è la responsabile.


La responsabile è Lei, l'ultima arrivata, ma la più spepera e presente, la Maghetta!
La signorina sta sperimentandosi nell'uso della forchetta, al quale alterna l'uso dell'arto-dita-munito per sparpagliare sul pavimento, ad ogni ora del giorno, e non della notte per fortuna, ogni cibo che le passa vicino alla bocca!
Inizio, dunque a pulire di mattina presto e ci alterniamo con Nathan fino a tarda sera, quando per pietà ci lascia bivaccare ancora qualche secondo in salotto prima che ci crollino le palpebre mentre lei se la dorme nel suo lettino. Sempre Lei, ci/si desta quindi all'alba, e una che Lei è pronta, cosa ci rimane da fare in quelle che son considerate le ore migliori, quelle in cui ci si dovrebbe dedicare ad attività creative, formative e rigeneranti? La rumba delle pulizie! L'ossessione di tener pulito mi genera frustrazioni continue ovviamente perché è una condizione sempre costantemente disattesa. Mi posso spezzare la schiena, ingegnare nel rimanere a pranzo e cena fuori con la famiglia per tenere la casa più a lungo in quello stato di grazia che profuma di pulito (leggi detersivo) ma se Lei è in casa, non dura nemmeno 4 secondi.
Chiedo a voi, o mamme che ancora leggete questo diario on line, o voi future tali, piene di buoni propositi a riguardo, avete una pozione, un pensiero, un mantra, un amuleto, un quello che volete, che mi sollevi da questo indesiderato e inatteso desiderio di tenere la mia piccola, piccolissima, casa pulita?!?

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html