lunedì 29 ottobre 2012

1Q84 di Murakami: uno sguardo oltre lo specchio

1Q84. Libro 1 e 2. Aprile-settembre e 1Q84. Libro 3. Ottobre-dicembre  sono/è uno di quei libri che io chiamerei "effetto carta moschicida", ti si appiccica alla pelle e non te ne liberi più, nemmeno quando lo hai finito, resta con te, punto e a capo. Cosa vi posso dire senza svelarvi molto e cercando di farvi capire di cosa si tratta?! Per prima cosa è Murakami....


... e se non avete letto niente di lui fatelo subito, porta con se un universo incantato, non fatto di effetti speciali, niente realismi magici, niente parole dolci o liriche poetiche. Siamo in Giappone e c'è un ritmo quasi monocorde, o comunque contenuto e modesto che riesce con la sua semplicità ad aprirvi porte di un universo incantato, metafisico e meraviglioso, impossibile ma reale.
Ne sono rimasta incanta fin da subito, nel nostro primo incontro.
La trama è avvincente, svela personaggi un po' alla volta, con lunghe digressioni sulla loro infanzia che motivano e costruiscono lentamente il loro carattere, li apre al lettore un po' alla volta, con forte capacità di empatia. Per le 700 pagine che scorrono rapide, il lettore vive con i personaggi in questo loro mondo popolato da due lune, da recettori e diffusori di "voci", dai Little People che tessono la loro tela. Con Tengo e Aomane, il lettore svolge la storia, cercando di capire le regole del gioco, con i sensi rivolti all'interno delle pagine.
Il ritmo è un adagio ponderato, pacato ma incessante, ti guida con decisione e non ti fa mai smarrire, ti conduce, lentamente alla meta.
Un ottimo investimento per passare le vostre serate di inverno, quando fuori piove e la temperatura è pungente, aprire le pagine di carta, o il reader sul 1Q84 è una garanzia di piacere e felicità.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html