giovedì 27 gennaio 2011

Verdure a chilometri zero o quasi!

Cerca cerca, magari trovo la strada giusta!
In questa mia fissa bio/eco/nonspreco - o come la vuol chiamare il mio incoraggiante fidanzato - dopo il mercato di Terre di Prato, dopo Fresco in Città, ho continuato la ricerca di un luogo dove acquistare verdura coltivata nel modo più naturale possibile e vicino a casa. Fruzzicando in rete, ho trovato il sito campagnamica.it il portale della filiera corta italiana, dove sono segnalati i mercati di campagna amica e i produttori. Seguendo la logica del più vicino, ho trovato i dati di una Azienda Agricola, gli ho scritto una mail di richiesta informazioni e ed ho atteso.
Due giorni fa ho ricevuto risposta da Isabella, mi illustrava le sedi in cui erano presenti con il loro banco, mi allegava un listino prezzi delle verdure di stagione che avevano disponibili oltre a farmi sapere che il giovedì sera rimanevano aperti fino alle 19 per chi volesse ritirare l'ordinazione oppure acquistare sul momento. Detto fatto, il primo giovedì utile, oggi, accompagnata dal mio Fede Amico, mi sono presentata ed ho trovato una situazione veramente simpatica. Una vera azienda familiare: si entra nel cortile retro casa, si trova il garage, via di accesso agli orti - era buio ma sembravano enormi e con diverse serre - il furgoncino quasi pieno delle casse per il mercato di domani; isabella, simpatica e sorridente, il cognato che l'aiutava a fare le cassette per l'indomani, ed il padre Rolando, che andava e veniva dal nero dell'orto a cogliere verdure fresche fresche. Quella che vedete nella fotina è la mia spesa per 5 euro: 1,5 kg di patate gialle, 1 kg di cipolle, rape abbondanti, due piccoli cavolfiore, e omaggio una verdura fogliosa che si chiama cavolo rapa da fare lesso, e due rapette piccoline, anche queste da fare lesse. Io sono stata molto soddisfatta della scoperta e dell'acquisto. Ugualmente il mio amico, che si è fatto un bel sacchetto di "scoltellato" misto, ravanelli e cavolo verza gigante. Le verdure ad occhio sono belle fresche e croccanti. Non rimane altro che darsi da fare con pentole e padelle!
...e per festeggiare ^_^ con un uovo superstite arrivato per befana dalla galline umbre della zia, con il burro buonissimo dell'azienda di Camporbiano comprato a Fresco in Città, con la nostrana marmellata di albicocche di quest'estate ci siamo sfornati questa bella crostata! Per ora l'autoproduzione si ferma a questo!
E per fortuna che Nathan s'è addormentato guardando Santoro, così ho potuto fotografarla INTERA!

3 commenti:

sonia ha detto...

Ok, mi faccio un giro anche io su campagna amica :)! Grazie!

Strawberryblonde ha detto...

che blog "romantico"!Ho letto la vostra storia sul profilo e mi sono aggiunta ai vostri sostenitori...siete una coppia meravigliosa!

La Francese ha detto...

@sonia: chissà quante cose buone trovi dalle tue parti!
@strawberryblonde: benvenuta! ho visitato il tuo blog e ho scoperto http://www.polyvore.com... meglio ancora devo capire bene cos'è! ma mi incuriosisce! ciao!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html