mercoledì 1 luglio 2009

L'italiano che è in noi


Non saprei dirlo formulando un pensiero chiaro e preciso. E' più una sensazione di pancia e, come si sa, è proprio la pancia che in cabina elettorale sceglie le maggioranze di governo. E' una specie di morsa di rabbia che ti prende allo stomaco e trova il suo sfogo nella tensione dei tendini del collo. Ti fa digrignare i denti e dire, senza pensarci nemmeno troppo su - e lo sai che non stai facendo altro che nutrirti dei soliti luoghi comuni, ma non vedi altra spiegazione - mentre ripeti, ancora a denti stretti, che la classe politica maturata al sole della democrazia italiana, in fondo, sistema proporzionale o maggioritario che sia, non è altro che lo specchio del Paese in cui vivi.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html