martedì 30 giugno 2009

Giappone: non solo scolarette e gothic lolitas..



Non saranno sollevazioni oceaniche. Di certo non violente, di sicuro anche garbate. Ma con un tasso di disoccupazione che ha raggiunto il 9.6% per i giovani tra i 15 e i 24 anni (il dato è di aprile) e il pil precipitato del 14,2%, anche nel paese dell'obbedienza conformista, qualcuno imbraccia megafoni e cartelli per sfogare la propria ordinata protesta.


Spero e presumo che quei due in partenza per l'oriente più remoto, documenteranno a dovere le loro giornate di vagabondaggio.
E chi vuol capire, capisca. ;-)

4 commenti:

lafrancese ha detto...

ragazzi avete compiuto il miracolo! È tornato a scrivere dopo giorni, che dico giorni, settimane, che dico settimane, forse mesi!! di apatia!

Grazie "quei due in partenza", grazie Giappone!! grazie giovani voci disoccupate e disobbedienti con garbo!

...e pensare che era arrivato a dire "mi sono un po' stufato di unmontedibene"

io chiedo
a nome del presumibile e mai quantificato gruppo di lettori di questo blog
una RUBRICA di OPINIONE a cura di NathanLoSpezzante

potrebbe suonare come
NATHAN LO SPUTASENTENZE
o la Zuckerman Opinione

carino, no?
^_^

Nathan ha detto...

Bah

roux65 ha detto...

boh?!

però ogni tanto un commento del signor Nathan fa sempre piacere leggerlo
forse altro che ci racconta dei suoi funambolici e mirabolanti pranzi :D

roux65 ha detto...

volevo dire fosse non forse
pardon
ogni tanto cincischio con l'italiano... chiedo venia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html