sabato 21 febbraio 2009

Fist day in the city

Ci siamo.
Nella nostra camera in Argyle street, a due passi da St. Pancras station.
Bella zona.
Oggi alle 4 abbiamo lasciato le valigie in albergo, dopo averle trascinate fino a qui, dopo aver perso il treno delle 9,15 per Pisa (fortuna che sono uno previdente) ed aver preso quello delle 10,15, in aeroporto alle 11,30, check-in e imbarco alle 12,45. C'è stato pure il tempo per alcuni caffé italiani, prima di questa settimana senza caffeina. E poi Gatwick, con quel tramezzino orribile della Bitish sullo stomaco, e il Thameslink limitato al London bridge e la metropolitana affollatissima, la oyster card a 25 pounds per tutta la settimana.

E poi via, in libertà nella grande città, a passo randagio tra Bloomsbury, Covent garden, Soho, Piccadilly circus, Cinatown.
Non è stato, c'è da essere sinceri, come il primo bagno di folla a Shibuya, ma Covent garden e Soho, per vivacità, colori e stratificazioni d'umanità, potrebbero anche ricordare quelle emozioni.
La prima birra in un pub ancora semivuoto di bloomsbury, una lager frizzina per me e una bitter per la quella viziosa (un totale di 3.1 pounds per due mezze pinte).

I candy cakes che ci siamo scofanati, muffin glassitissimi e coloratissimi, da far orrore al fegato di chiunque, a Soho.

A Chinatown avrei volentieri fatto la festa a una qualsiasi di quelle anatre caramellate che si vedono appese e gocciolanti alle vetrine, ma la Francese non c'ha più visto dall'entusiasmo d'incontrare per caso un baracchino fumante che vendeva quei fagottoni giganti ripieni di pollo o maiale o vegetali che non s'era più scordata da quella giornata nebbiosa a Nikko.
Altro birrino poi, della buona notte.

E ora in camera, a tagliar corto con questo post. Wifi free e sottofondo di metropolitana che a cadenza regolare si confonde con la sensazione di un leggero terremoto: in questa camera a misura mignon, potremmo quasi immaginare di esser tornati a Tokyo...

4 commenti:

Kazu ha detto...

Nathan, ma io dico... sei a Londra. La smetti di pensare al Giappone e ti godi quella meraviglia di città? Se proprio hai una crisi di astinenza fai un salto da YoSushi (ne hai uno anche dentro la stazione di St. Pancras).

Nathan ha detto...

:-) slurp!
segnato.

stefy ha detto...

Benarrivati!
Vedo che siete già vittime del "cerchiamo il Giappone nelle città europee"! ;-)
Scherzi a parte, godetevi Londra e fatela godere anche a noi attraverso i vostri racconti.
PS w i nikuman!

sonia ha detto...

Ottimo inizio!
Continuate così LonelyPlanet tosco/valdostani!
Noi seguiamo passo passo!
sonia

Tour invernale della Sicilia: Siracusa

Leggi anche Tour invernale della Sicilia prima parte (Trapani, Erice, Marsala) seconda parte (Agrigento, Ragusa e dintorni) Siracusa è...