domenica 11 gennaio 2009

C'è sempre tempo per andare sulla luna.

Qualcuno potrebbe pensare che siamo diventati degli smidollati-polentoni-in-pantofole che si spostano tra il letto e il divano, dato che i nostri post, sono sempre più casalinghi.

Mai pensiero fu più errato!

Ieri per esempio - come ogni volta che ci troviamo a quattrocchi con qualche nuovo o vecchio commensale - siamo tornati in Giappone sull'onda dei ricordi dello splendido viaggio di quest'estate! Siamo partiti da Gioia, una tabaccheria sushi bar in quel de Le Bagnese, e al profumo della zuppa di miso, ci siamo ritrovati sulle tappe estive, facendone partecipi tutti i commensali. Hanno gradito, m'è parso.

E non torniamo solo sulle nostre orme, ma andiamo anche avanti, sempre in esplorazione!
Per esempio siamo ad un passo dall'organizzare il nostro primo avvento in quel di Londra! A breve, sempre se siamo in grado di reggere le temperature londinesi...
Nathan ha già guardato un paio di volte i voli e ho l'impressione che la presenza di Lucillina-Sua alla Corte di Sua Maestà, influisca in qualche modo.
Lucì non tornare fino a quando non arriviamo!

E poi e poi e poi... siamo di passaggio anche a Varsavia sapete!
Babbo Natale - nella mia persona - ha portato a Nathi un sacco di libri (aperta nota polemica: libri che lui ha per lo più iniziato a recensire su sottotomo.com, quindi non si puo' dire che non scriva, anche se qui non pubblica dal lontano 16 dicembre" chiusa nota polemica) e uno di questi libri è il voluminosissimo La Famiglia Moskat di I.B. Singer. Libro che anche io vorrei leggere, ma per ora, dato 6 cm buoni di spessore della costola, mi faccio raccontare nelle mosse dei suoi numerossissimi personaggi a spasso per la città nelle atmosfere yiddish pre guerra mondiale.

Con una telefonata siamo in quel del Trentino, dove si trova la FamigliaFrancese e con un'altra in Liguria dove invece sverna la Famiglia di Nathan.

E poi, vogliamo mica non passare qualche minuto in India, culla della civilità?!? Lì ci vado da sola, perchè Nathan non ha fatto i vaccini! :)
Tutte le sere, prima di addormentarmi, non posso non passare qualche minuto a Bombay sulle pagine di un grande reportage, paragonabile a "Gomorra" di Saviano, ma in salsa Curry: Maximun City, Bombay città degli eccessi - di Suketu Metha. Un grande libro che apre gli occhi a chi - come me - guarda prevalentemente gli aspetti romantici e spirituali di questa Terra.

...per non parlare di stasera, stavamo quasi andando sulla luna! Colpa di quella cicciona sfera tonda s'era posta dritta dritta sul nostro tragitto.
Poi abbiamo deciso di mantenere i programmi e proseguire come tutte le domeniche: rientro a casa, separati.

C'è sempre tempo per andare sulla luna.


7 commenti:

Nathan ha detto...

comunque a me mi garba questo post.
peccato che nessuno lo ha scritto qui.
boh.

lafrancese ha detto...

aspettavano che tu, tu, iniziassi le danze...
:)

lucilla ha detto...

Ue io sono qui fino al primo marzo, sbrigatevi!!!!!!!!!!
e pensare che pure la mia acida meta' se ne va in india senza di me...

Sonia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lafrancese ha detto...

INDIAAAA!

non è che io posso andare con lui?! :)

anvedi

lo farà perché ti vede come il colonizzatore?

vediamo se ce la facciamo per fine febbraio inizi marzo...se Nathan definisse i voli...

sylver ha detto...

ma poi ci siete andati in India??

LaFrancese ha detto...

insieme mai, purtroppo... magari un futuro, chissà!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html