domenica 5 maggio 2013

Rinnovati propositi di decrescita: alimentazione consapevole e piccoli preparati erboristici.



Durante lo scorso mese di aprile e in questi primi giorni di maggio, ho avuto l'occasione di partecipare a seminari e laboratori interessanti che hanno rinnovato in me, e in tutta la famiglia di unmondodibene, i propositi di decrescita più volte enunciati e che da quando sono "diversamente occupata" si stanno concretizzando sempre di più. Ovvero? Alimentazione e consumo più consapevole, dove i semi interi sguazzano con i legumi, le bottiglie di plastica son state messe al bando (o quasi!), le piante aromatiche invasate terrazza ed avviate piccole produzioni di prodotti erboristici, cosa si vuole di più!

Tra i corsi interessanti vi segnalo questi due, Le trasformazioni dell'essere donna, con tre spettacolari docenti, una è la mia maestra di yoga, Gabriella Cella, che più volte penso di aver rammentato, se non qui, qui, la Dott. Zanchi, specializzata in ginecologia e la Dott. Barzanò in alimentazione. Si tratta di un percorso in tre tappe annualità che consiglio a tutte coloro che sento la voglia di riscoprire degli strumenti antichi per volersi bene e saper districarsi in questo mondo sempre più difficile per le donne.

A casa ho riportato, oltre a due interessanti libri della dott. Barzanò, anche la voglia di dedicarmi di più all'alimentazione di tutta la famiglia e quindi mettere in tavola cose buone e sane, secondo una logica di maggiore sostenibilità ambientale. Ed ecco quindi sfornare teglie di tuberi della terra, patate carote e sedano rapa una volta, oppure di soli fiori prodotti dalla terra in questa stagione, come carciofi, asparagi e germogli autoprodotti! ...oppure l'ultimo sospiro dell'inverno con arance e finocchi in insalata! O il trucco per far mangiare a padre e figlia gli spinaci: polpette di riso e spinaci!
Insomma tante cose buone.

Ma gli effetti di questo seminario non si limitano solo a spignattamenti vari. Mi è presa la voglia di conoscere di più questa natura che ci sta attorno nonostante noi la ignoriamo allegramente e ne attingiamo a piè mani solo dai banchi del supermercato.
Quindi è caduto all'upo questo altro corso di Erboristeria planetaria e preparazioni cosmetiche tenuto dalla Dott. Cecilia Lattari del blog Casa Edera, suggerito via fb da Grazia Cacciola di ErbaViolaBlog. Quando si dice esempi virtuosi della rete di scambio e condivisione! Quindi giovedì scorso con un'altra amica siamo andati alla prima lezione, rimaste letteralmente entusiaste ieri siamo andati per campi a raccogliere le prime erbe per le nostre prossime pozioni, ops preparati!
Adesso stanno seccando, spero in modo corretto, delle belle foglie di melissa e delle piccole calenduline. Mi sono resa conto di conoscere molto poco di questo bel mondo che sta attorno a noi, e cosa racconterò a mia figlia, "no tesoro, non so che pianta è, non lo vendono al supermercato!"
Quindi, tra i prossimi buoni propositi per la futura (buona) stagione, c'è quello di saperne un po' di più di questo bel mondo vegetale che dà l'ossigeno.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html