domenica 5 luglio 2009

Minzolini dimettiti!



E ancora una volta, oggi, il tg1 è venuto meno al dovere d'informare a tributo del vassallaggio del suo direttore. Il telegiornale della televisione ammiraglia del sistema politico ed economico del presidente del consiglio si è limitato a dar voce al questore di Vicenza, il quale ha denunciato "la volontà deliberata" da parte di alcuni gruppi di manifestanti di arrivare allo scontro con la polizia, in una sorta di "salto di qualità" della protesta.

Nessuna parola e nessuna immagine, sul primo telegiornale finanziato dal canone Rai e dalle imposte, sulle 10 mila persone che hanno manifestato pacificamente in nome della pace, della non-violenza e della non-proliferazione delle armi nucleari.

Ancora una volta la (dis)informazione asservita al potere politico si pone l'obiettivo di manipolare l'opinione pubblica e di aprire la strada alla repressione.

3 commenti:

lafrancese ha detto...

io manco avevo ri-sintonizzato il canal dopo il passaggio al digitale

roux65 - Angelo ha detto...

faccio circolare...
non ricordo se è il tg1 o un altro tg in cui ho verificato che come in qualsiasi posto di Italia c'è qualche minima protesta, seppur civile e composta, rivolta al ns splendido primo ministro, subito la si bolli come la protesta di pochi e violenti facinorosi.
Sinceramente mi meraviglio come ancora non si sia passato ai falsi attentati, per veicolare meglio questa tendenza alla protesta violenta di quattro nullafacenti impazziti

Nathan ha detto...

roux,
temo sia solo questione di tempo.
del resto tg1 e tg2 non sono altro che due piccoli ingranaggi della complessa macchina propagandistico-repressiva così ben illustrata tempo fa da un certo cossiga (con la k) http://roma.indymedia.org/taxonomy/term/3520

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html