lunedì 1 dicembre 2008

Sodomiti al rogo

Sono sempre loro.
Che lanciavano strali (ed eserciti) contro villaggi e comunità colpevoli di eresia.
E le guerre nel nome di una tomba in un paese remoto.
Quelli che si alleavano con i principi cattolici per contrastare la Riforma.
Sono quelli delle persecuzioni degli ugonotti e di chiunque non ne riconoscesse la celeste, ma soprattutto temporale, autorità.
La Sacra Inquisizione. E le infinite torture creative.
Quelli che odiano la scienza che minaccia il loro primato. "E Galileo aveva ragione": dopo 300 anni l'hanno riconosciuto.

A discutere, a suon di paradigmi e silloggismi, se gli indios avessero o meno un'anima.
Quelli dei roghi. Le streghe.

Ché a Roma, nel 1870, i Bersaglieri compirono la più gloriosa delle ingerenze umanitarie, nell'ultimo stato preunitario che ancora impiegava la PENA DI MORTE.

Che si allearono con il fascismo, perché un nuovo principe riconsegnò loro i tesori.

E lasciarono cadere il silenzio sul nazismo.

E ancora, nel secondo Novecento, in questo tempo che è ormai Presente, ancora urlarono dal pulpito all'ebreo corruttore. Un loro vizio antico.

Sono sempre loro.

Questi che oggi si alleano con i nuovi custodi della morale.
Sempre gli stessi, a invocare le frustate, la prigione, la tortura e ancora la pena di morte.
Ieri le streghe e gli ugonotti.

Oggi i sodomiti.

Sono ancora loro.

3 commenti:

la francese ha detto...

che brutto paese che è il nostro!

non sono mica convinta di volerci rimanere...

Nathan ha detto...

ancora peggio è il "loro".
in Italia, per il momento, almeno non è reato.

roux65 ha detto...

la faccia "buona" di un estremismo religioso (forse peggiore di quello fanatico di altri credi proprio perchè ammantato di buonismo) di chi non sa ascoltare i tempi che corrono e per questo non sa a cosa più appigliarsi per mantenere posizioni in questo modo indifendibili.
Povero Dio, proprio Lui che dialogava con le masse

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html