mercoledì 8 dicembre 2010

Lungo week-end a Palermo: Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina e la Chorisia!

Giunti alla conclusione del nostro lungo week end a Palermo, non potevamo non visitare due monumenti simbolo della Città: Palazzo dei Normanni, sede della Governo autonomo della Regione Sicilia e l'inclusa Cappella Palatina. Già ci avevamo provato sabato, ma gli orari non sono proprio - come dire - comodi?! Regolari direi ma poco consoni per due forsennati che come noi percorrono avanti en drè la città a tutte le ore... I festivi apre solo la mattina e nei feriali sono condizionati da un sacco di avvenimenti, le sedute del Consiglio Regionale, le funzioni religiose ecc. Devo anche ammettere che ho anche pensato che dopo aver visto la Zisa, magari avremmo potuto fare anche a meno di spendere questi 7,00 euro di biglietto... ma meno male che non è andata così!! Ci saremmo persi la stupenda Cappella Palatina che da sola vale la visita al Palazzo!
Ma andiamo per ordine.
Dalla garitta su Piazza Indipendenza si entra scegliendo l'opzione per il biglietto, con o senza mostra, ecc. Una volta dentro ti indirizzano su per il grande scalone e alla fine della prima rampa, al primo  piano,  si trova l'accesso alla splendida Cappella Palatina.
Capolavori Palermitani: Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina

Capolavori Palermitani: Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina
Capolavori Palermitani: Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina

Voluta da Ruggero II, la Cappella riporta nei mosaici del presbiterio la datazione del 1140. È un piccolo ambiente rettangolare, scandito da una navata centrale e due strette navate laterali, con un abside e piccolo presbiterio. È fittamente decorata: ogni angolo è rivestito di splendidi tasselli di mosaico dorati,  le colonne in granito sono sormontate da capitelli corinzi e ogni dettaglio sembra curato oltre ogni immaginazione. Non si capisce come mai le sedie al centro della sala, sicuramente lì per la funzione, non siano fruibili dai visitatori, che per ammirare cotanta bellezza, sono costretti a scomode posizioni in piedi a gola aperta.
La Cappella Palatina è uno dei monumenti più belli che abbiamo potuto ammirare a Palermo!
Per il resto della visita avrei anche potuto ammirare vasi di limoni, ero già soddisfatta. Ma devo ammettere che è stato un tour piacevole quello nel quale ci ha accompagnato la Guida che ci ha recuperato alla fine della seconda rampa dello scalone. Abbiamo visitato la sala delle sedute del Consiglio, le sale di rappresentanza, e la suggestiva Sala dei Venti, apice della torretta che si intravede delle forti mura del palazzo. Ci è sfuggito - o pure non ci siamo stati condotti?! - la sala dei Cannoli di Cuffaro...
Sicuramente l'edificio offre molto di più di quello che siamo riusciti a cogliere, probabilmente custodisce molti altri tesori. Diciamo che a noi è caduto l'occhio anche su questo albero che era lì fuori, la Chorisia! Mai visto in vita mia un albero fiorito a novembre e un albero con fiori così belli e elaborati! Per di più che il suo grosso tronco sembra un ingrandimento esagerato di uno stelo di una rosa pieno di spine!
Chorisia a Palermo, novembre
Chorisia a Palermo, novembre

Chorisia a Palermo, novembre


Del Lungo Week end a Palermo puoi leggere anche: 
La Vucciria, Ballarò e la Martorana
La Cattedrale, il mercato del Capo e Teatro Massimo.
La Zisa, il Convento dei Cappuccini e la Cattedrale di Monreale
Cefalù

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html